ecar Tecapia Human Tecar_ Tecarterapia Human Tecar® Scopri di più Attiva i tuoi naturali processi antinfiammatori e riparativi. TECNOLOGIA TECNICHE MANUALI ..A SERVIZIO DEL TUO .. ..SEMPRE. Logo Fisiotera Carioni .. BENESSERE.. Terapia Manuale per trattamento del mal di colo_cervicale COMPETENZA Slide Onde D’urto focali trattamento della cuffia dei rotatori TRATTAMENTI CON ONDE D'URTO FOCALI ..RISULTATI STABILI E DURATURI Slide Onde d'Urto chattanooga

Massoterapia

Trattamento di Massofisioterapia in associazione a Tecarterapia Human Tecar

La massoterapia è l’impiego del massaggio a scopo terapeutico con l’obiettivo di:

  • Migliorarne la circolazione sanguigna
    ed il trofismo dei tessuti;
  • Favorire l’eliminazione delle scorie metaboliche:
  • Risolvere stati di tensione muscolare e contratture.

Massoterapia praticata presso il Centro Carioni:

  • Massaggio Decontratturante;

  • Massaggio Sportivo;

  • Massaggio Connettivale;

  • Trattamento delle cicatrici e delle aderenze;

  • Massaggio Miofasciale;

  • Linfodrenaggio.

Per questa ragione, la massoterapia trova indicazione terapeutica per problemi di colonna vertebrale: (cervicalgia, lombalgia, dorsalgia…), patologie del sistema circolatorio e linfatico, sport professionistico ed amatoriale.

Tratttamento di Massoterapia con supporto di Tecarterapia Human Tecar
Trattamennto di Massoterapia con asuilio di Tecarterapia Human Tecar
* Trattamento compatibile con Tecarterapia

Terapia Manuale e Osteopatia

La terapia manuale si occupa della valutazione e del trattamento di svariate patologie dei tessuti molli e delle articolazioni, attraverso l’utilizzo delle mani del fisioterapista. Prima di tutto, L’obiettivo è quello di agire sul dolore, migliorare i gradi di movimento e la funzione, facilitare la riparazione del tessuto contrattile e non, indurre il rilassamento, l’estensibilità e allo stesso tempo la stabilità articolare.

Difatti, L’osteopatia considera l’individuo nella sua globalità, i cui principi si basano sulla relazione tra la struttura e la funzione e sulle connessioni tra tutti i tessuti, i fluidi e gli apparati dell’organismo. L’osteopatia tratta la componente strutturale, fasciale, viscerale e craniale.

Metodiche manuali utilizzate al Centro Carioni:
  • Terapia cranio-sacrale;

  • Osteopatia;

  • Manipolazioni vertebrali;

  • Mobilizzazioni articolari e vertebrali;

  • Tecniche miofasciali e muscolari
    (Muscle Energy, trigger points hammer);

  • Trazioni Manuali;

  • Pompages;

  • Facilitazione propriocettiva neuromuscolare (PNF);

  • Neurodinamica;

  • Mc kenzie;

  • Core Stability;

  • Maitland;

  • Mulligan.

La terapia manuale trova indicazione terapeutica per : problemi di colonna vertebrale (cervicalgia, lombalgia, dorsalgia…), problemi articolari arti superiori e inferiori (spalla, gomito, mano, anca, ginocchio, piede). L’osteopatia trova applicazione quando è necessaria un’integrazione tra diversi sistemi: apparato muscolo-scheletrico, viscerale e cranio sacrale.

OSTEOPATIA PEDIATRICA

Presso il Centro di Fisioterapia Carioni è presente una professionista che si occupa anche di osteopatia pediatrica, per bambini e neonati: si tratta di una pratica che coinvolge l’applicazione attenta e specifica di uno sviluppato senso del tocco sia per la diagnosi che per il trattamento di problemi meccanici che riguardano qualsiasi parte del corpo. Tutto questo, combinato con una conoscenza dettagliata dell’anatomia umana, della fisiologia e dei processi patologici, oltre ad una profonda conoscenza dei metodi clinici classici e tradizionali, permette all’osteopata di trattare i pazienti, anche bambini, promuovendo i meccanismi di auto-guarigione del corpo.

Neurodinamica

Trattamento di Neurodinamica

La mobilizzazione del sistema nervoso o neurodinamica è una tecnica fondata sulla conoscenza approfondita del sistema nervoso centrale e periferico (midollo spinale, meningi, nervo periferico, tessuto connettivo neurale), e sui meccanismi che determinano una sensazione dolorosa. Questa metodologia si inserisce all’interno del normale iter riabilitativo aggiungendo ulteriori punti di vista e possibilità di trattamento. Nello specifico questa tecnica permette per esempio di:

– Discriminare le cause sintomatiche di natura meccanico/infiammatorie da quelle di origine neurogena;

– Inserire nel trattamento globale la possibilità di agire specificatamente sul tessuto nervoso o sulle strutture contigue;

– Trattare il dolore cronico o l’ipersensibilità centrale che può permanere anche a distanza dalla lesione.

COME AGISCE?

Attraverso movimenti selettivi, specifiche posture, trattamento manuale sul decorso del nervo si ha la possibilità di valutare e trattare il sistema nervoso (in particolare la componente periferica) e le strutture circostanti. A livello pratico vengono sfruttati i concetti di Tensioner (messa in tensione), slider (scorrimento) e interfaccia (parti anatomiche) per ottenere a seconda della valutazione i seguenti risultati:

  • Detensione-rilassamento del nervo (molto importante nei casi di dolore cronico);
  • Miglioramento degli scambi metabolici del sistema nervoso periferico;
  • “Sbrigliamento” del tessuto nervoso nei casi di conflitto con differenti interfacce;
  • Miglioramento delle capacità elastiche del tessuto nervoso.

In conclusione, è indicata per il trattamento di sindrome del tunnel carpale, compressione del nervo ulnare, sindrome dello stretto toracico, sciatalgia, cruralgia e in generale sindromi compressive dei nervi periferici. Molto utile può essere l’abbinamento contestuale con tecnologie ENF.

* Trattamento compatibile con Tecarterapia
* Trattamento compatibile con Tecarterapia

Terapie Fisiche

Le terapie strumentali hanno lo scopo di ottenere risultati ottimali di tipo analgesico, antinfiammatorio e di stimolazione nervosa, tramite energia di tipo elettrico, meccanico o termico. Nel Centro di Fisioterapia Carioni ci avvaliamo delle seguenti tecnologie:

  • Tecarterapia – Human Tecar®
  • Laserix®

  • Onde d’urto

  • Vacuum Terapia

  • ENF® (Enf Fast Therapies)

  • Viss

  • Ultrasuoni

  • Elettrostimolazioni

  • Tens

  • Ionoforesi

  • Correnti Diadinamiche

  • Magnetoterapia

  • Trazioni vertebrali

ESEMPIO DI TRATTAMENTO DI TECARTERAPIA

 

TECARTERAPIA – Human Tecar®

Con il termine Tecarterapia si fa riferimento ad un trattamento di biostimolazione profonda dei tessuti che unisce all’azione manuale del terapista quella elettromagnetica prodotta dalla tecnologia impiegata. La Tecarterapia, nota anche come Tecar o Trasferimento Energetico Capacitivo-Resistivo, è un tipo di trattamento elettromedicale, che trova particolare impiego nella cura di traumi e patologie infiammatorie dell’apparato muscolo-scheletrico. Diffusa soprattutto in ambito fisioterapico, la Tecarterapia consiste nella combinazione di tecniche manuall, prodotti funzionali e una tecnologia capace di ridurre il dolore e accelerare la naturale riparazione dei tessuti, laddove ovviamente ci sia un danno Il tutto si traduce in un accorciamento tangibile dei tempi di guarigione.

DALLO SPORT DI ALTO LIVELLO ALL’UTILIZZO SEMRPRE PIU’ DIFFUSO DELLA TECARTERAPIA

Come è stato detto in precedenza, la Tecarterapia riattiva i naturali processi fisiologici cellulari, stimolando la microcircolazione. Essendo un trattamento non invasivo, permette al paziente di percepire una netta e rapida riduzione del dolore già dopo le prime sedute e favorisce il recupero funzionale, agendo in maniera selettiva sulla parte trattata. Inzialmente nata in ambito sportivo, è ad oggi una pratica terapeutica impiegata nelle più svariate condizioni. Inizialmente, Infatti, la Tecarterapia , ha assunto contorni decisamente diversi e risulta utile a tantissime categorie di persone, anche non praticanti sport. Per esempio, vi si sottopongono individui con particolari forme di artrite, anziani con le classiche patologie dell’età avanzata, soggetti con disturbi connessi all’attività lavorativa che svolgono ecc.
Nello spcecifico, oggi sempre di più La Tecarterapia è utilizzata per la riduzione dei livelli di stress e di rcupero di benessere psico-fisico

AMBITI DI UTILIZZO DELLA TECARTERAPIA

La Tecarterapia trova indicazione per problemi dell’apparato osteoarticolare e muscolare, in condizioni quali: tendinopatia della cuffia dei rotatori, spalla congelata, epicondilite, sindrome del tunnel carpale, rizoartrosi, dito a scatto, tendinite achillea, fascite plantare, distorsione caviglia, tendinite rotulea, sindrome della bandeletta ileotibiale, trocanterite, sindrome del piriforme, sacro-ileite, lombalgia, cervicalgia, dorsalgia. In molte di queste pagologie la Tecarterapia può essere integrata con oltre tecniche/tecnologie per aumentare l’efficacia dell’azione terapeutica e favorire il recupero funzionale.

Foto:_Esempio di Trattamento di Tecarterapia

ESEMPI DI TRATTAMENTI CON APPLICCAZIONE DI TECARTERAPIA HUMAN TECAR

LASERIX®

Laser super pulsato di nuova generazione. Grazie all’ emissione di alte potenze di picco è possibile trasportare la potenza generata dalla sorgente in profondità nei tessuti del corpo, ottenendo alte prestazioni terapeutiche. Particolarmente indicato nel trattamento di:

    • Lesioni muscolo-tendinee e legamentose;
    • Patologie flogistiche a carico di tendini e tessuti molli (tendiniti, entesiti, borsiti);
    • Patologie inserzionali;
    • Riassorbimento di edemi e versamenti;
    • Artralgie di varia natura, sia reumatica che degenerativa;
    • Dolore muscolare e postumi di trauma.
    •  
Trattamento di Laerterapia per riduzione del dolore
* Trattamento compatibile con Tecarterapia

ONDE D’URTO

Le onde d’urto vengono impiegate in molte patologie dell’apparato muscolo-scheletrico, al fine di ridurre l’infiammazione e stimolare la rigenerazione di tessuti inerti perché cronicamente sofferenti. Le onde d’urto sono onde acustiche ad alta energia prodotte da un generatore e caratterizzate dal variare, in frazioni di nanosecondi, del livello di pressione. Le onde d’urto hanno, infatti, delle proprietà antinfiammatorie, anti-dolorifiche, anti-edemigene nonché stimolanti la riparazione dei tessuti.

Le onde d’urto che possono essere inoltre integrate con ulteriori tecniche/tecnologie, tra cui la Tecarterapia, vengono utilizzate per curare varie patologie in ambito ortopedico-riabilitativo quali ad esempio:

    • Pseudoartrosi/mancato consolidamento delle fratture;
    • Tendinopatia o borsite calcifica della spalla;
    • Tendinopatie inserzionali croniche;
    • Fascite plantare;
    • Sindrome miofasciale;
    • Epicondilite;
    • Achillodinia;
    • Tendinite rotulea;
    • Periostite tibiale.
Trattamento con onde d'urto radiali per cura e prevenzione lombalgia
* Trattamento compatibile con Tecarterapia
* Trattamento compatibile con Tecarterapia

VACUUM TERAPIA

La vacuumterapia è un metodo terapeutico che usa l’effetto del vuoto sul corpo associando ad un miglioramento della microcircolazione tessutale un’azione antinfiammatoria e disintossicante. Si applica una camera con effetto ventosa che crea una depressione e successivamente una compressione per sollecitare la circolazione venosa e linfatica: in questo modo si incrementa l’ossigenazione, velocizzando il ricambio di sostanze e l’eliminazione delle tossine.

AMBITI DI UTILIZZO

Questa terapia è utile per il trattamento di tutte le patologie vascolari che colpiscono le gambecome per esempio:

    • Arterioscrelosi degli arti inferiori;
    • Burger;
    • Raynaud.

È inoltre indicata per tutte le forme che comportano una insufficienza venosa/linfatica:

    • Gambe gonfie;
    • Linfedema;
    • Flebolinfedema;
    • Cellulite.

Infine è particolarmente indicata per il trattamento delle cicatrici e dei tessuti aderenziali in genere.

* Trattamento compatibile con Tecarterapia

ENF® (Enf Fast Therapies)

Le caratteristiche elettrofisiologiche della cute e dei tessuti sottostanti hanno differenti proprietà in caso di infiammazione o infortunio, rispetto ai tessuti sani. ENF® è sensibile a queste differenze ed adatta in tempo reale il suo segnale per fornire il livello di stimolazione necessario. Grazie a questo processo di dialogo continuo con i tessuti, ENF® instaura con l’organismo un processo di interazione costante e di biofeedback che fornisce un trattamento ottimale

COME AGISCE?

Una volta individuata la localizzazione del problema, si possono applicare trattamenti mirati per quell’area. La possibilità di erogare una terapia così specifica per i tessuti che hanno subito un trauma neurologico a seguito di infortuni di varia natura migliora in modo esponenziale la percentuale di recupero funzionale e contribuisce al trattamento del dolore. Il tutto si traduce in un accorciamento tangibile dei tempi di guarigione. Riassumendo, questo tipo di terapia fisica ottiene la sua massima efficacia in combinazione con tecniche di neurodinamica e Tecarterapia: è infatti particolarmente indicato, ad esempio, nei casi di sindrome del tunnel carpale, cervicobrachialgia, lombosciatalgia, sindrome dello stretto toracico, etc. ovvero in tutte le situazioni in cui ci sia una sofferenza del sistema nervoso periferico.

* Trattamento compatibile con Tecarterapia

VISS

VISS è un dispositivo di attivazione dei moduli di controllo neuromotori, nato da ricerche in neurofisiologia sull’uso delle vibrazioni. Agisce sul riequilibrio neuromuscolare attivando uno scambio di informazioni con il Sistema Nervoso Centrale grazie alla vibrazione focale per mezzo di onde meccano-sonore di adeguata forma, frequenza ed intensità. Trova indicazione ad esempio per: ridurre il dolore, aumento della forza esplosiva e della performance atletica, incremento della resistenza alla fatica, miglioramento della coordinazione e riequilibrio posturale, rimodulazione e ottimizzazione del tono-trofismo muscolare e riatletizzazione. Trova una perfetta integrazione con trattamenti di Tecarterapia.

* Trattamento compatibile con Tecarterapia

ULTRASUONI

L’ultrasuonoterapia utilizza l’energia meccanica delle onde sonore ed esercita l’effetto meccanico, termico e chimico, favorendo lo scambio intracellulare nei tessuti trattati. La sua utilità si evidenzia in infiammazioni dei tessuti molli, tendini, muscoli, come decontratturante muscolare e nell’accelerazione dei processi riparativi dei tessuti.

  •  
* Trattamento compatibile con Tecarterapia

ELETTROSTIMOLAZIONI

L’elettrostimolazione viene utilizzata come coadiuvante in molte patologie e può essere utilizzatain cmbinazione ad altre tecniche/tecnologie quali, ad esempio, la Tecarterapia. Essa prevede l’uso di un apparecchio che stimola le fibre muscolari attraverso impulsi elettrici a bassa frequenza. Vengono utilizzate per il trattamento dell’ipotrofia muscolare post-traumatica e post-chirurgica, il ripristino della forza muscolare, il riequilibrio del controllo propriocettivo, la cura delle contratture ed il recupero motorio.

* Trattamento compatibile con Tecarterapia

TENS

La Tens è un’elettroterapia analgesica che consiste nella stimolazione elettrica transcutanea dei nervi tramite uno strumento che produce corrente elettrica modulata. Sebbene siano diversi gli utilizzi, e’ particolarmente indicata per dolori radicolari, artrite reumatoide, artralgie e mialgie localizzate. Può essere utilizzata in associazione ad altre terapie quali ad esempio la Tecarterapia.

  •  
* Trattamento compatibile con Tecarterapia

IONOFORESI

La ionoforesi è un’elettroterapia che consiste nella somministrazione per via transcutanea di un farmaco antinfiammatorio, utilizzando una corrente continua. Gli aspetti vantaggiosi di questo trattamento sono:

    • Evitare la somministrazione per via sistemica (orale, intramuscolare, endovenosa);
    • Applicare il farmaco direttamente nella sede corporea interessata dalla patologia;
    • Permettere l’introduzione del solo principio attivo, senza veicolanti (eccipienti).
* Trattamento compatibile con Tecarterapia

CORRENTI DIADINAMICHE

Le correnti diadinamiche sono correnti antalgiche, particolarmente indicate per i casi di tendinite (al gomito, polso, spalle, ginocchio e caviglia), per i postumi dolorosi e traumi articolari, per artropatie acute e croniche e per algie muscolari

  •  
* Trattamento compatibile con Tecarterapia

MAGNETORAPIA

La magnetoterapia, attraverso un effetto di biostimolazione, favorisce la riparazione dei tessuti.

Le indicazioni terapeutiche sono:

    • Fratture recenti e ritardi di consolidazione. La magnetoterapia è in grado di accelerare i processi di consolidazione delle fratture;
    • Osteoporosi;
    • Artropatie di natura infiammatoria e degenerativa (artrosi, artrite);
    • Morbo di Sudeck;
    • Trattamento di contusioni, distorsioni articolari e di tutti i piccoli traumi muscolo-scheletrici.
  •  
* Trattamento compatibile con Tecarterapia

TRAZIONI VERTEBRALI

Sono basate sull’applicazione di forze dirette di diastasizzazione a carico del rachide al fine di ottenere un lieve allontanamento di una vertebra dall’altra. Quindi, l’effetto terapeutico della trazione é basato sull’ampliamento dello spazio tra vertebre contigue e un modico ampliamento dei forami di congiunzione. Le indicazioni per le trazioni sono per esempio: cervicobrachialgie da protrusione discale, lombalgie, lombocruralgia, cervicalgie e lombalgie croniche, coxartrosi, prolassi del disco, protrusione del disco, degenerazione del disco, sindrome cervicale.

  •  
* Trattamento compatibile con Tecarterapia

Kinesiterapia

La kinesiterapia ha lo scopo di ripristinare il movimento e la forza muscolare. Il recupero del movimento avviene attraverso una mobilizzazione passiva, attiva assistita e attiva; si tratta di attività che mirano alla ripresa dell’articolarità funzionale e al miglioramento della sensibilità e coordinazione motoria. Il recupero della forza avviene con esercizi a corpo libero o con l’utilizzo di attrezzi come pesi, elastici, bastoni, fitball e tavolette propriocettive. Trova indicazione nella riabilitazione post-chirurgica, post-traumatica, neuromotoria, cardiorespiratoria.

Rieducazione Posturale

La rieducazione posturale comprende tutti gli insegnamenti volti all’educazione della corretta postura. La postura è il risultato di un equilibrio strutturale e funzionale messo in atto dal nostro sistema muscolo-scheletrico. Un’alterazione di questo equilibrio ne causa inevitabilmente una modificazione che, a lungo andare, può portare a una situazione di sofferenza fisica (mal di schiena, sciatalgie, cervicale e altri dolori).Il fisioterapista valuta il paziente nei suoi movimenti e nei suoi atteggiamenti statici, e stila un programma di rieducazione posturale personalizzato, basato soprattutto sul rinforzo e sull’allungamento di determinati gruppi muscolari, sulla respirazione e su esercizi statici e dinamici.

Una corretta rieducazione posturale e i giusti consigli pratici porteranno il paziente a correggere, giorno dopo giorno, gli errori commessi nella quotidianità, migliorandone la qualità della vita.

La rieducazione posturale trova indicazione nel trattamento di patologie a carico della colonna (lombalgia, cervicalgia, dorsalgia , etc… di svariata natura) spesso in assocazione a Tecarterapia.

Metodo Raggi®

 

Attraverso l’uso di Pancafit, strumento capace di riequilibrare la postura con semplicità ed in tempi brevi, agisce sulla globalità delle catene muscolari. E’in grado di ridare libertà e benessere a tutto il corpo attraverso l’allungamento muscolare globale decompensato. Non si tratta di un semplice stretching analitico o classico. E’un lavoro muscolare fatto in postura corretta e con i compensi ridotti al minimo.

Il metodo posturale Raggi® trova indicazione nel trattamento di patologie a carico della colonna (lombalgia, cervicalgia, dorsalgia , etc… di svariata natura).

SCOPRI LE TESTIMONIANZE DEI NOSTRI PAZIENTI

“..Stavo trascurando la mia cervicale da troppo tempo e a causa del mio lavoro non posso assumere posture adeguate. Spinta da feedback positivi sul Centro Carioni, ho iniziato il mio percorso di fisioterapia, eseguendo numerosi trattamenti di Tecarterapia. Sono felice dei risultati che sto ottenendo grazie a questa “famiglia” di grandi professionisti che mi permette di essere sempre completamente a mio agio in qualsiasi circostanza”

CLAUDIA

DICONO DI NOI

.”..Sono arbitro di basket di serie A . Per mantenermi in forma a certi livelli è indispensabile unire allenamenti e trattamenti fisioterapici di Tecarterapia di mantenimento e recupero infortuni. In particolare, ad inizio stagione 2018 ho avuto un importante problema che però è stato risolto egregiamente con applicazioni di Tecarterapia, trovando competenza, professionalità, grande disponibilità e un ambiente familiare.”

MAURIZIO


KINESIOTAPING

Consiste in un bendaggio sopra e intorno ai muscoli allo scopo di assistere, supportare o prevenire un’eccessiva contrazione alleviando il dolore, normalizzando il tono muscolare e garantendo allo stesso tempo una buona libertà di movimento.

Grazie ad un’azione drenante costante, viene usato su edemi per rimuovere la congestione linfatica. In ambito sportivo trova applicazione come alcune altre tecniche molto diffuse, come ad esempio la Tecarterapia, sia prima della gara, a scopo preparativo e preventivo, sia post gara, a scopo defaticante.

* Trattamento compatibile con Tecarterapia


BENDAGGIO FUNZIONALE

Si tratta di una tecnica di contenzione impiegata per proteggere un’articolazione nella direzione di movimento dolorosa o patologica. E’ utilizzata a scopo preventivo per evitare movimenti potenzialmente dannosi. Sono utilizzati diversi tipi di bende elastiche e tape adesivi anelastici. Particolarmente indicata a seguito di Trattamenti di Tecarterapia.

* Trattamento compatibile con Tecarterapia

GRASTON TECHNIQUE®

La Graston Technique® è una tecnica di mobilizzazione dei tessuti molli tramite l’ausilio di strumenti in acciaio inox che consente di affrontare efficacemente il tessuto cicatriziale, le restrizioni fasciali e fenomeni infiammatori cronici. Gli strumenti vengono inoltre impiegati in fase di diagnosi per seguire la catena cinetica, per localizzare e trattare in tale modo la causa del sintomo, così come la specifica area dolorosa

AMBITI DI UTILIZZO

E’ una tecnica particolarmente flessibile e facile da integrare con altre terapia come la Tecareterapia, ad esempio, ed è indicata per le seguenti patologie:

  • distorsione cervicale (dolore al collo)
  • sindrome del tunnel carpale (dolore al polso)
  • epicondilite laterale (gomito del tennista)
  • tendinosi della cuffia dei rotatori (dolore alla spalla)
  • tendinosi all’Achilleo (dolore alla caviglia)
  • tessuto cicatriziale
  • sofferenza medio-tibiale

* Trattamento compatibile con Tecarterapia


RIFLESSOLOGIA PLANTARE

La riflessologia plantare è uno strumento che indica quali sono i punti all’interno del corpo che sono in disequilibrio. I nostri piedi infatti sono in grado di parlare Sotto la pianta del piede è disegnata una mappa che riflette gli organi e gli apparati all’interno del corpo, senza tralasciare nulla.

Ogni punto sul piede è il riflesso di una struttura corporea e massaggiando quel punto è come se “massaggiassimo” l’organo o l’apparato specifico. La riflessologia è una tecnica energetica che permette di trattare gli organi interni attraverso la pressione sul piede.

Il grande vantaggio della riflessologia plantare è che essa è sia strumento di diagnosi che strumento di terapia. Con la riflessologia infatti, è possibile individuare quali sono le zone dell’organismo che necessitano di maggiore aiuto e fare un check up completo, partendo proprio dai nostri piedi.

* Trattamento compatibile con Tecarterapia


LINFODRENNAGGIO METODO VODDER

Il Linfodrenaggio Manuale Vodder, annoverato tra le tecniche di massaggio, se ne distingue nettamente per la specifica manualità che, correttamente esercitata, esplica il suo effetto a livello dei tessuti superficiali (cute e sottocute) e non sulla fascia muscolare. Le varie manualità, esercitate con una o due mani, sui diversi distretti corporei, vengono eseguite in sequenze prossimo-distali che rispettano il decorso dei deflussi cutanei e sottocutanei o meglio epifasciali in direzione delle stazioni linfonodali di competenza di un determinato territorio linfatico.

COME FUNZIONA?

Un parametro fondamentale è rappresentato dall’alternanza di pressione esercitata manualmente che, non superando i 30-40 mmHg, può variare sensibilmente a seconda dei vari distretti corporei o in presenza di edemi. L’azione del LDM stimola un aumento della linfoangiomotricità, un drenaggio dell’interstizio favorendo spostamento di liquidi, di proteine e cellule immunitarie ed eliminazione di cataboliti e scorie varie a beneficio della circolazione tissutale. La tecnica secondo il Dr. Vodder eseguita con movimenti armonici, lenti e ritmici al fine di rispettare i parametri fisiologici del deflusso linfatico e non indurre stimoli che possano provocare “spasmi dei vasi linfatici”, favorisce anche altri effetti, dimostrati scientificamente, quali simpaticolitico e antidolorifico. Si ipotizza anche un effetto sul sistema immunitario con il conseguente aumento delle difese dell’organismo.

Il Linfodrenaggio manuale Vodder rappresenta la terapia d’elezione nell’approccio fisioterapico di Linfedemi primari e secondari, ma notevoli sono le indicazioni in cui il LDM può essere inserito come terapia associata/complementare a quella fisioterapica e/o farmacologica al fine di favorire una più rapida risoluzione della patologia o ridurne i sintomi correlati.

AMBITI DI UTILIZZO

Sempre maggiori sono le richieste di utilizzo di questa tecnica in particolare in caso di:

Insufficienze venose (ulcere venose), vasculiti, claudicatio, flebostasi costituzionali, disturbi circolatori a carico del microcircolo, interventi di chirurgia vascolare (stripping, safenectomie);

Traumi articolari e muscolari, distorsioni, lesioni tendinee, legamentose, esiti di fratture, interventi di endoprotesi, sindrome algodistrofica di Sudek, colpi di frusta, artrosi, discopatie, lombosciatalgie, cervicalgie, sindrome da conflitto a carico dell’articolazione scapolo-omerale;

Patologie reumatologiche, poliartriti, artrite reumatoide, morbo di Bechterew;

Infiammazioni croniche delle vie respiratorie: sinusite, raffreddore cronico, bronchite cronica e asmatica, otite e tonsilliti ricorrenti ( bambini “linfatici”);

Acufeni, Labirintiti, Sindrome di Menière;

Patologie a carico del tessuto connettivo (sclerodermia, LES – lupus erythematosus) e del pannicolo adiposo (Lipedemi, lipoedemi localizzati, edema ciclico idiopatico, PEFS, cellulite);

Patologie del SN centrale e periferico, commozione cerebrale, emicrania e cefalea, nevralgia del trigemino, paresi facciale, apoplessia, sclerosi multipla;

Distonie neurovegetative (Stipsi, stress, sindrome premestruale).

In ambito dermatologico il Ldm trova inoltre indicazione in esiti cicatriziali post interventi di chirurgia plastica o estetica (liposuzione, lifting, blefaroplastica, rinoplastica, cheloidi, innesti e trapianti di cute), dermatiti, eczemi, acne rosacea e vulgaris.

  •  
* Trattamento compatibile con Tecarterapia
Trattamento di kinesiterapiaBendaggio funzionaleBendaggio funzionaleGraston TechniqueGraston TechniqueTrattamento di riflessologia plantareTrattamento di riflessologia plantareLinfodrenaggio metodo VodderTrattamento di LinfodrenaggioLiinfodrenaggio metodo Vodder