Terapie strumentali

/Terapie strumentali
Terapie strumentali 2018-04-03T09:11:49+00:00

Le terapie strumentali hanno lo scopo di ottenere risultati ottimali di tipo analgesico, antinfiammatorio e di stimolazione nervosa, tramite energia di tipo elettrico, meccanico o termico.

ONDE D’URTO

Le onde d’urto vengono impiegate in molte patologie dell’apparato muscolo-scheletrico, al fine di ridurre l’infiammazione e stimolare la rigenerazione di tessuti inerti perché cronicamente sofferenti.
Le onde d’urto sono onde acustiche ad alta energia prodotte da un generatore e caratterizzate dal variare, in frazioni di nanosecondi, del livello di pressione. Le onde d’urto hanno, infatti, delle proprietà antinfiammatorie, anti-dolorifiche, anti-edemigene nonché stimolanti la riparazione dei tessuti.
Le onde d’urto vengono utilizzate per curare varie patologie in ambito ortopedico-riabilitativo quali:
• pseudoartrosi/mancato consolidamento delle fratture
• tendinopatia o borsite calcifica della spalla
• tendinopatie inserzionali croniche
• fascite plantare
• sindrome miofasciale

VACUUM TERAPIA

La vacuumterapia è un metodo terapeutico che usa l’effetto del vuoto sul corpo associando ad un miglioramento della microcircolazione tessutale un’azione antinfiammatoria e disintossicante.
Si applica una camera con effetto ventosa che crea una depressione e successivamente una compressione per sollecitare la circolazione venosa e linfatica: in questo modo si incrementa l’ossigenazione, velocizzando il ricambio di sostanze e l’eliminazione delle tossine.

Questa terapia è utile per il trattamento di tutte le patologie vascolari che colpiscono le gambe:
• Arterioscrelosi degli arti inferiori
• Burger
• Raynaud
È inoltre indicata per tutte le forme che comportano una insufficienza venosa/linfatica:
• Gambe gonfie
• Linfedema
• Flebolinfedema
• Cellulite
Infine è particolarmente indicata per il trattamento delle cicatrici e dei tessuti aderenziali in genere.

TECARTERAPIA ® (Human Tecar)

La tecarterapia è un trattamento di biostimolazione profonda dei tessuti che unisce all’azione manuale del terapista quella elettromagnetica prodotta dalla tecnologia impiegata. La tecarterapia riattiva i naturali processi fisiologici cellulari, stimolando la microcircolazione. Essendo un trattamento non invasivo, permette al paziente di percepire una netta e rapida riduzione del dolore già dopo le prime sedute e favorisce il recupero funzionale, agendo in maniera selettiva sulla parte trattata. Nata in ambito sportivo, è ad oggi una pratica terapeutica impiegata nelle più svariate condizioni.
Il titolare del centro, Cristiano Carioni, è docente presso Human Tecar Academy Stabio (CH) – Direttore Scientifico Prof. Carlo Tranquilli e tiene corsi di formazione Human Tecar in tutta Europa.

LASERIX ®

Laser super pulsato di nuova generazione. Grazie all’ emissione di alte potenze di picco è possibile trasportare la potenza generata dalla sorgente in profondità nei tessuti del corpo, ottenendo alte prestazioni terapeutiche. Particolarmente indicato nel trattamento di:

  • lesioni muscolo-tendinee e legamentose

  • patologie flogistiche a carico di tendini e tessuti molli (tendiniti, entesiti, borsiti)

  • patologie inserzionali

  • riassorbimento di edemi e versamenti

  • artralgie di varia natura, sia reumatica che degenerativa

  • dolore muscolare e postumi di trauma

INTERX ®

Le caratteristiche elettrofisiologiche della cute e dei tessuti sottostanti hanno differenti proprietà in caso di infiammazione o infortunio, rispetto ai tessuti sani. InterX® è sensibile a queste differenze ed adatta in tempo reale il suo segnale per fornire il livello di stimolazione necessario. Grazie a questo processo di neuromodulazione, InterX® instaura con l’organismo un processo di interazione costante e di biofeedback che fornisce un trattamento ottimale Una volta individuata la localizzazione del problema, si possono applicare trattamenti mirati per quell’area. La possibilità di erogare una terapia così specifica per i tessuti che hanno subito un trauma neurologico a seguito di infortuni di varia natura migliora in modo esponenziale la percentuale di recupero funzionale e contribuisce al trattamento del dolore. Questo tipo di terapia fisica ottiene la sua massima efficacia in combinazione con tecniche di neurodinamica: è infatti particolarmente indicato, ad esempio, nei casi di sindrome del tunnel carpale, cervicobrachialgia, lombosciatalgia, sindrome dello stretto toracico, etc. ovvero in tutte le situazioni in cui ci sia una sofferenza del sistema nervoso periferico.

ULTRASUONI

L’ultrasuonoterapia utilizza l’energia meccanica delle onde sonore ed esercita l’effetto meccanico, termico e chimico, favorendo lo scambio intracellulare nei tessuti trattati. La sua utilità si evidenzia in infiammazioni dei tessuti molli, tendini, muscoli, come decontratturante muscolare e nell’accelerazione dei processi riparativi dei tessuti.

ELETTROSTIMOLAZIONI

L’elettrostimolazione viene utilizzata come coadiuvante in molte patologie. Essa prevede l’uso di un apparecchio che stimola le fibre muscolari attraverso impulsi elettrici a bassa frequenza. Vengono utilizzate per il trattamento dell’ipotrofia muscolare post-traumatica e post-chirurgica, il ripristino della forza muscolare, il riequilibrio del controllo propriocettivo, la cura delle contratture ed il recupero motorio.

TENS

La Tens è un’elettroterapia analgesica che consiste nella stimolazione elettrica transcutanea dei nervi tramite uno strumento che produce corrente elettrica modulata. E’ particolarmente indicata per dolori radicolari, artrite reumatoide, artralgie e mialgie localizzate.

CORRENTI DINAMICHE

Le correnti diadinamiche sono correnti antalgiche, particolarmente indicate per i casi di tendinite (al gomito, polso, spalle, ginocchio e caviglia), per i postumi dolorosi e traumi articolari, per artropatie acute e croniche e per algie muscolari

TRAZIONI VERTEBRALI

Sono basate sull’applicazione di forze dirette di diastasizzazione a carico del rachide al fine di ottenere un lieve allontanamento di una vertebra dall’altra. L’effetto terapeutico della trazione é basato sull’ampliamento dello spazio tra vertebre contigue e un modico ampliamento dei forami di congiunzione. Le indicazioni per le trazioni sono: cervicobrachialgie da protusione discale, lombalgie, lombocruralgia, cervicalgie e lombalgie croniche, coxartrosi, prolassi del disco, protusione del disco, degenerazione del disco, sindrome cervicale.

MAGNETOTERAPIA

La magnetoterapia, attraverso un effetto di biostimolazione, favorisce la riparazione dei tessuti.
Le indicazioni terapeutiche sono:

  • fratture recenti e ritardi di consolidazione. La magnetoterapia è in grado di accelerare i processi di consolidazione delle fratture

  • osteoporosi

  • atropatie di natura infiammatoria e degenerativa (artrosi, artrite)

  • Morbo di Sudeck

  • trattamento di contusioni, distorsioni articolari e di tutti i piccoli traumi muscolo-scheletrici

IONOFORESI

La ionoforesi è un’elettroterapia che consiste nella somministrazione per via transcutanea di un farmaco antinfiammatorio, utilizzando una corrente continua. Gli aspetti vantaggiosi di questo trattamento sono:

  • evitare la somministrazione per via sistemica (orale, intramuscolare, endovenosa)

  • permettere l’introduzione del solo principio attivo, senza veicolanti (eccipienti)

  • patologie inserzionali